giovani l’hanno scelta come meta prediletta per il Kite Surf. Il vento è cambiato da una settimana, il kaskazi estivo nel primo mese soffia forte e permette nella lunga striscia di oceano protetta dalla barriera corallina, dalla Hemingway Bay fino al creek di Mida, di prodursi in evoluzioni e godere della bellezza del mare facendo sport.
Ma anche gli appassionati di pesca d’altura durante queste vacanze hanno di che divertirsi: il mare tra la prima e la seconda barriera corallina è pescosissimo in questi giorni, con passaggi di Sailfish (il famoso pesce vela dell’Oceano Indiano che ingaggia fantastiche battaglie saltando in maniera unica per non essere acciuffato) e di marlin.
Appassionati dell’ambiente invece possono esplorare le bellezze dei fondali nella riserva del Parco Marino ma anche osservare la tutela delle tartarughe nella Turtle Bay, seguendo le attività della Watamu Marine Association e del KWS. Così come addentrarsi nel paradiso delle mangrovie che popolano il Mida Creek, con escursioni via mare e trekking via terra. In ultimo, per chi considera la vacanza soprattutto “dolce far niente”, la bianchissima spiaggia ospita volentieri le grazie dei turisti nelle meravigliose insenature a sud della località turistica e nella striscia di sabbia del litorale, nonché negli atolli sabbiosi della Jacaranda Bay. Watamu torna a popolarsi come merita, insomma, grazie alle sue infinite possibilità di godersi una vacanza all’equatore in una delle perle dell’Oceano Indiano.

Solo Kenya

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *